PMI » Settori di Impresa » Edilizia

Contratti edilizia: obbligo di applicazione e indicazione in fattura

23 Maggio 2022 in Domande e risposte

Chi commissiona o appalta lavori edilizi  privati connessi alle detrazioni edilizie per importi superiori a 70mila euro deve assicurarsi che le imprese realizzatrici applichino per i propri dipendenti uno dei contratti collettivi nazionali di lavoro  ovvero :

 e far  indicare il riferimento nelle fatture.

Si ricorda che per l'appalto di lavori pubblici l'obbligo si applica indipendentemente dall'ammontare delle spese.

Vediamo maggiori dettagli.

Quando entra in vigore l'obbligo e per quali lavori?

La norma è stata inserita dal'art 4 del DL 13 2022 (Antifrodi) nel testo della legge di bilancio 2022 (art 43 bis comma 1 legge 234 2021) e precisa che entra in vigore dal 27 maggio per i lavori  di edilizia privata  iniziati successivamente a tale data, quindi per  i lavori iniziati dal 28 maggio .

L'obbligo si applica alle imprese che eseguono lavori edili  ma il limite di 70 mila euro  si riferisce  al complesso dei lavori eseguiti , anche sommando opere non  murarie come  serramenti, impiantistica, da quanto emerge nelle faq emanate in materia delle varie Casse edili-

La norma fa riferimento in particolare alle opere edili di cui all'allegato X al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e prescrive in particolare che :" Il contratto collettivo applicato, indicato nell'atto di affidamento dei lavori, deve essere riportato nelle fatture emesse in relazione all'esecuzione dei lavori"

Per lo stesso cantiere quindi ci potranno essere le ditte  che fanno i lavori edili obbligate all'applicazione del contratto e all'indicazione,  e altre ditte responsabili della realizzazione degli  impianti ad esempio che non sono obbligate . 

L'impresa  principale anche non edile se utilizza in subappalto una impresa  per le opere murarie  deve indicare il CCNL anche solo per quella parte di lavori 

In una FAQ la Cnce (Commissione nazionale casse edili) ha affermato inoltre  che anche i montaggio dei serramenti, se effettuato dall’impresa edile affidataria viene assorbito nell’ambito dei lavori edili, per cui è obbligatorio per quei dipendenti l'applicazione del contratto e l'indicazione in fattura 

Non si applica per le parcelle dei professionisti architetti ingegneri periti in quanto fornitori di servizi e non di opere 

ATTENZIONE 

L’obbligo di citazione del contratto di lavoro  riguarda  chi non ha dipendenti, come

  •  artigiani 
  •  imprenditori individuali 
  •  societa con soli soci prestatori di lavoro

Obbligo CCNL edilizia: per  quali detrazioni?

L'obbligo si applica per 

  •  superbonus, bonus facciate e  bonus per abbattimento barriere architettoniche, per tutti i casi di utilizzo
  •  per gli altri bonus ristrutturazioni  ordinari, compresi bonus mobili e bonus verde, l'indicazione del CCNL applicato serve solo in caso di cessione del credito o sconto in fattura, non è obbligato dunque chi  detrae direttamente il credito fiscale 

In considerazione delle  attuali ampie fluttuazioni dei prezzi è consigliabile  inserire sempre il richiamo del contratto anche per  importi preventivati molto piu bassi  di 70mila euro.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154