LAVORO » Lavoratori autonomi » Lavoro Autonomo

Riforma delle professioni obbligata entro agosto 2012

7 Dicembre 2011 in Speciali
Nella manovra Monti ormai già in vigore come decreto 201/2011, con poche parole si danno tempi certi al processo di riforma delle professioni, da tempo annunciata. Sembra proprio che stavolta sia inevitabile., anche se non imminente come paventato negli ultimi giorni.

L’art. 33 del decreto 201/2011 (o “salva Italia”) intitolato "Soppressione limitazioni esercizio attività professionali"  prevede infatti che le "norme attuali sugli ordinamenti professionali siano abrogate".
Ciò significa  che di fatto gli ordini professionali saranno  aboliti se non verrà rispettato il termine del 13 agosto 2012 per l’inserimento nei loro  ordinamenti  delle indicazioni previste dal decreto 138/2011 di Ferragosto e ribadite nella Legge di Stabilità 2012 approvata lo scorso novembre.

A questa "norma-tagliola"  sull’adeguamento si aggiunge però anche una novità di contenuto non trascurabile: il tirocinio minimo per gli avvocati diminuisce da 3 anni a 18 mesi, per facilitare l’accesso dei giovani alla professione.

Le novità previste nella riforma delle professioni

Vediamo quali erano le linee guida  introdotte nelle manovre precedenti e confermate nella Manovra Monti che dovranno caratterizzare i nuovi ordinamenti degli ordini professionali
  •  Eliminazione di indicazioni sul tariffario minimo
  •  Accesso libero alla professione
  •  Obbligo di formazione continua
  • Tirocinio con attivita formativa non superiore ai 3 anni (18 mesi per gli avvocati)
  • Equo compenso dei tirocinanti
  • Stipula obbligatoria della assicurazione professionale
  • Istituzione di organi territoriali e di un organo nazionale per le procedure disciplinari
  • Possibilità di svolgere la professione in forma societaria e non solo come studio associato. La partecipazione è permessa in una sola società. Tali società sono soggette al regime deontologico dell’Ordine cui fanno riferimento i professionisti che la compongono.
  • Libertà di attività pubblicitaria per l’attività professionale purche veritiera e trasparente.
I rappresentanti del Cup (comitato unitario professioni ) Calderoni, e di Confprofessioni, Stella, si sono resi disponibili da subito per incontri con il Governo volti ad analizzare nel dettaglio i vari argomenti prima dei provvedimenti attuativi attesi dai ministeri di riferimento e del definitivo Decreto del Presidente della Repubblica che regolerà finalmente in maniera organica la materia

Dossier Manovra Monti

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154