PRIMO PIANO

Oic 24 – Immobilizzazioni immateriali

16 Marzo 2015 in Speciali
Le immobilizzazioni immateriali disciplinate dall’Oic 24 sono tutti queli beni caratterizzati dalla mancanza di tangibilità.
Sono costi che manifestano la loro utilità per un arco temporale pluriennale quali:
– oneri pluriennali, beni immateriali, avviamento,immobilizzazioni immateriali in corso e acconti.
 

Acuni spunti pratici sul principio contabile 24 Immobilizzazioni Immateriali

Per il principio contabile OIC 24 dedicato alle immobilizzazioni immateriali:
–  L’ammortamento del marchio ora puo’ raggiungere i 20 anni.
– L’ammortamento dell’avviamento normalmente e’ in 5 anni, ma puo’ arrivare anche a 10 anni o addirittura a 20 se c’e’ il consenso del Collegio sindacale.
– I costi per migliorie su beni di terzi, non separabili dal bene di terzi, si ammortizzano per il minor periodo tra utilita’ futura e durata del contratto (di locazione o di leasing), tenendo conto anche del rinnovo contrattuale; se poi il contratto termina prima, tutto il residuo va a costo; in caso di leasing e di riscatto anticipato, le migliorie residue si riclassificano da immateriali a materiali e poi si segue l’Oic 16.
– I costi di addestramento e qualificazione del personale possono essere capitalizzati se inerenti all’avvio di una start-up o di una nuova attivita’ anche in caso di riconversione o ristrutturazione industriale, vanno invece a costo quelli per riduzione straordinaria del personale.
 
Per la lettura del pincipio contabile Oic 24 Beni immateriali completo vai al sito della Fondazione Oic
 
 

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154