FISCO » Sostituti di imposta » Dichiarazione 770

Dichiarazioni, il 30 settembre è l’ultimo giorno per presentarle

19 Settembre 2013 in Speciali
Si ricorda comunque che se la dichiarazione non viene presentata entro il 30 settembre il contribuente può regolarizzarsi trasmettendola entro i 90 giorni successivi, versando la sanzione ridotta di 25 Euro con codice tributo 8911. In questo caso si parla di dichiarazione tardiva, e il fisco la intende validamente presentata. Passato questo termine, senza aver adempiuto all’obbligo, la dichiarazione si intenderà omessa e il contribuente non avrà più la possibilità di regolarizzarsi.
 

Un riepilogo delle scadenze

DICHIARAZIONE
INVIO ENTRO
Modello Unico PF
30 settembre 2013
Modello Unico SP
Modello Unico SC
Modello Unico ENC
Modello IRAP
Modello IVA
Modello Unico SC ed ENC esercizio non coincidente con l’anno solare
Fine del 9° mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta
Modello IRAP esercizio non coincidente con l’anno solare
Fine del 9° mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta

Alcuni casi particolari di quest’anno

Il Modello 770/2013 (sia semplificato sia ordinario) quest’anno deve essere presentato entro il 20.09.2013, anziché entro l’ordinario termine del 31 luglio, a seguito della proroga stabilita con il D.p.c.m. del 24.07.2013.
Il Modello 730/2013 invece doveva essere presentato entro:
• il 16.05.2013 al sostituto d’imposta;
• il 10.06.2013 al Caf o professionista abilitato.
Tuttavia recentemente è stata concessa la possibilità ai soggetti titolari di reddito di lavoro dipendente o assimilato, che si trovano sprovvisti di sostituto d’imposta, e solo se dal modello dichiarativo emerge un credito, di presentare fino al 30 settembre il modello 730/2013 e ottenere così il rimborso delle imposte.
 

Da ricordare infine che

  • entro il 30 settembre devono essere presentate telematicamente anche le dichiarazioni da parte degli eredi di soggetti deceduti nel 2012 o entro il 31.05.2013.
  • Il 30.09.2013 scade il termine per presentare la dichiarazione dei redditi tardiva in formato cartaceo alle Poste. L’adempimento riguarda le persone fisiche non obbligate all’invio telematico della dichiarazione dei redditi, che non hanno presentato alle Poste il modello Unico PF 2013 entro il 1° luglio.
  • Il 30 settembre 2013 è l’ultimo giorno per regolarizzare i versamenti delle imposte relative al 2012 non effettuati o effettuati in misura insufficiente (c.d. ravvedimento annuale). Il versamento dovrà essere maggiorato degli interessi legali e della sanzione del 3,75%.
 
 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154