PMI » Settori di Impresa » Mettersi in proprio

Come avviare un negozio di sigarette elettroniche

3 Giugno 2013 in Speciali
Le sigarette elettroniche o "e-cigarette" sono dispositivi elettronici che simulano le già conosciutissime sigarette, sigari e pipe. È uno strumento dotato di una batteria ricaricabile che consente di inalare vapore di una soluzione di glicole propilenico, glicerolo, nicotina (in quantità variabile o anche assente) e aromi naturali. Il vapore inalato consente di provare un sapore e una sensazione simile a quella provata inalando il fumo di tabacco di una tradizionale sigaretta, ma in assenza di combustione con conseguente riduzione del rischio cancerogeno.

Le procedure per aprire un negozio di sigarette elettroniche

I negozi di sigarette elettroniche si stanno diffondendo molto e i vaporisti aumentano altrettanto.
Una moda che è diventata ormai tradizione. Ma quali sono le procedure per aprire un negozio di sigarette elettroniche?
 
Gli adempimenti per l’apertura di un negozio per il commercio delle sigarette elettroniche e dei suoi accessori, aromi compresi, non si discostano dalla prassi da seguire per l’apertura di un qualsiasi altro tipo di negozio, e dunque occorrerà:
  • l’apertura della partita Iva;
  • l’iscrizione al Registro delle Imprese;
  • l’iscrizione all’Inps Gestione Commercianti;
  • l’iscrizione all’Inail nel caso di presenza di personale dipendente;
  • l’invio della SCIA al Comune dove il negozio è ubicato.
Tutti gli adempimenti sono perfezionabili attraverso la procedura telematica Comunica, pratica che consente una riduzione drastica dei tempi necessari per poter avviare una attività.
I costi per aprire un negozio di sigarette elettroniche non sono eccessivamente alti rispetto ad altri tipi di negozi, considerando anche il fatto che lo spazio necessario per questo tipo di attività è piuttosto esiguo: sarà sufficiente infatti un locale anche di soli 20-40 metri quadri.
 
I maggiori rivenditori di sigarette elettroniche fissano in sette i punti di forza della vendita presso tradizionali negozi:
  • spese di spedizione: nel prezzo della sigaretta elettronica spesso non sono comprese le spese di spedizione;
  • costi occulti: acquistare sul web una sigaretta elettroniche comporta spesso costi occulti connessi al fatto che non si entra immediatamente in possesso del bene; i giorni che intercorrono tra l’ordine e la consegna impongono al consumatore l’utilizzo delle tradizionali sigarette;
  • gestione del reso: diventa più facile l’eventuale contestazione e reso del prodotto non conforme alle aspettative; in caso di acquisto on line il reso dovrà necessariamente avvenire attraverso il servizio postale con costi superiori;
  • possibilità di scelta: acquistare una sigaretta elettronica in un negozio fisico è più facile, offre la possibilità di valutare meglio le varie alternative, chiedendo eventualmente informazioni al rivenditore;
  • possibilità di provare il modello scelto: questa possibilità viene concessa solo in negozio;
  • aromi: scegliendo la vendita sui tradizionali negozi è possibile assaggiare i vari aromi, classificati in oltre 200;
  • assistenza: la presenza del rivenditore offre una maggiore garanzia di assistenza, consiglio nella scelta della sigaretta elettronica e dei diversi accessori, illustrando anche le modalità di utilizzo.
 
 
 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154