LAVORO » Lavoratori dipendenti » CCNL e Accordi

CCNL commercio: testo, retribuzioni, livelli

13 Novembre 2020 in Speciali
Il CCNL per i dipendenti dell'aziende delle aziende del    Terziario, Commercio , Distribuzione e Servizi , con vigenza dal 1/4/2015 al 31/7/ 2018  è stato firmato da Confcommercio e dalle sigle sindacali di categoria (Filcams-CGIL; Fisascat-CISL; Uiltucs – UIL, UGL Terziario), nel lontano marzo 2015.
 I lavoratori attendono  da mesi notizie sul rinnovo, che si è allontanato con due diversi accordi di proroga  tra  Confcommercio e le organizzazioni sindacali;  l'ultimo  del 13 maggio 2019  ha portato la scadenza al 31 dicembre 2019.  Erano iniziate poi le prime avvisaglie di preparazione alla trattativa per il rinnovo,  ma l'emergenza Coronavirus ha bloccato le attività  e la crisi economica che ne è derivata  non facilita il dialogo. 

 La ministra del lavoro Catalfo ha annunciato una proposta di detassazione dei prossimi  aumenti contrattuali, per aiutare a  sbloccare l'impasse.

 sui contratti nazionali  che per il  commercio, turismo e servizi interessano, ricordiamo,  complessivamente circa 5 milioni di lavoratori
Lo scorso 6 novembre 2020 le segreterie generali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl Uiltucs e la vice presidenza dell’associazione imprenditoriale Confcommercio hanno avviato una interlocuzione  accordandosi per riattivare il confronto entro la fine del mese di novembre, nella “consapevolezza comune – si legge in un comunicato congiunto – che la risposta più virtuosa al periodo drammatico che stiamo vivendo, i cui temi di carattere sociale risultano oggettivamente predominanti, è quella di non restare fermi e di agire, rimettendo in moto le relazioni sindacal

 In attesa del rinnovo va ricordato  comunque che quest'anno  un incremento in busta paga è arrivato dal taglio del cuneo fiscale previsto dalla legge di bilancio 2020 a luglio 2020  . Sono interessati i lavoratori dipendenti, di tutti i settori con i  diversi CCNL,  con redditi inferiori a 40mila euro annui .  L'importo massimo dell'incremento della retribuzione netta arriva a 100 euro mensili.(Per approfondire vedi l'articolo " Dal 1 luglio 2020 riduzione cuneo fiscale, a chi spetta e quanto")

 Da ricordare inoltre  che nel frattempo  per le aziende della grande distribuzione commerciale è stato siglato a dicembre 2018 da Federdistribuzione  un contratto separato.  Sono interessate le grandi imprese di commercio sia alimentare che non alimentare, organizzate in catene di negozi, franchising, ingrosso, cash and carry e shopping on line.Vedi in merito l'articolo "Commercio nuovo CCNL per la grande distribuzione"

 Tornando al contratto Commercio terziario  siglato da Confcommercio, vediamo di seguito gli ultimi accordi  e le tabelle retributive in vigore.

Aumenti, Tabella retributiva in vigore ed Elemento economico di garanzia (EDR)

 L'intesa del 2015 aveva stabilito un aumento salariale  complessivo di 85,00 euro al IV livello da riparametrare per gli altri livelli e da erogare in 5 tranches.
 L'accordo prevedeva, inoltre, un elemento economico di garanzia di 90,00 euro per le aziende con più di 10 dipendenti e in 80,00 euro per le aziende al di sotto dei 10 dipendenti da rapportare  per i diversi livelli.
  L'accordo prevedeva inizialmente  che gli aumenti fossero erogati alle date del  1/4/2015 , 1/11/2015 , 1/6/2016,  1/11/2016,  1/8/2017  per importi variabili da 147,57 a  59,03 euro in rapporto al livello.
Con l' accordo del 24.10.2016 , invece, è stata sospeso  l'aumento di novembre 2016 per le difficoltà economiche del settore.  In seguito, Confcommercio (nota n. 49 del 26.7. 2017), ha precisato che sarebbe stata  regolarmente erogata la tranche di aumento prevista per il mese di agosto 2017, mentre   restava  in sospeso l’incremento di novembre 2016 –  Vedi la notizia completa   L'aumento   salariale  previsto  per novembre 2016 è stato erogato poi  nel mese di marzo 2018.  E' stato inoltre deciso  lo slittamento della data di scadenza del contratto da 31.12.2017  al 31 luglio 2018. Vedi la notizia completa. 
La FIST CISL ha reso disponibile  il 13 settembre 2019 il testo integrale  del contratto completato in data 30 luglio 2019   da parte delle commissioni tecniche sindacali (che alleghiamo in fondo all'articolo). E' stata anche fornita una tabella che rettifica lievemente i minimi retributivi (per adeguamenti ai sistemi di supporto informatico) che sarà utilizzata come base per i futuri aumenti a partire dal 1 gennaio 2020.  Si tratta di un adeguamento formale, ciò significa che questi importi non  saranno in vigore prima della data di decorrenza del nuovo accordo:
Qualifiche  Paga base 1.3.2018  Altri elementi Contingenza + E.d.r  Totale modificato dall'1.1.2020 
 Quadri   1.896,64  260,76  540,37 2.697,77
I LIVELLO 1.708,49  537,52 2.246,01
II 1.477,84 532,54 2.010,38
III 1.263,15 527,90 1.791,05
IV 1.092,46  524,22  1.616,68
V  987,01 521,94 1.508,95
VI 886,11  519,76  1.405,87
VII  758,64  517,51 1.281,31
Operatori di vendita
1ª Categoria 1.031,24   530,04 1.561,28
2ª Categoria 864,18 526,11 1.390,29 
   

 I MINIMI RETRIBUTIVI IN VIGORE al 6.7.2020

Liv.

Minimo

Contingenza

3° elemento

Totale

Scatto anzianità

Q

1.896,64

540,37

2,07

2.699,84

25,46

1

1.708,49

537,52

2,07

2.248,08

24,84

2

1.477,83

532,54

2,07

2.012,44

22,83

3

1.263,14

527,9

2,07

1.793,11

21,95

4

1.092,46

524,22

2,07

1.618,75

20,66

5

986,97

521,94

2,07

1.510,98

20,3

6

886,12

519,76

2,07

1.407,90

19,73

7

763,78

517,51

2,07

1.283,36

19,47

VP.1ª 

1.031,25

        530,04 

 

1.561,20

15,49

V.P.2ª

864,17

526,11

 

1.390,28

14,46

  
L' elemento economico di garanzia  è stato erogato con la retribuzione di novembre 2017 ai lavoratori a tempo indeterminato , agli apprendisti e ai contratti di inserimento in forza al 31/10/2017,  iscritti nel libro unico da almeno sei mesi  in proporzione all’effettiva prestazione lavorativa  nel periodo 1/1/2015 – 31/10/2017.
 Si ricorda che tale importo  non è utile ai fini del calcolo di nessun istituto di legge o contrattuale, ivi compreso il trattamento di fine rapporto ed è assorbito, sino a concorrenza, da ogni trattamento economico individuale o collettivo aggiuntivo rispetto a quanto previsto dal CCNL, che venga corrisposto successivamente all’1/1/2015. 

Quadri, I e II livello

III e IV livello

V, VI e VII livello

 

Aziende fino a 10 dipendenti

95 euro

   80 euro

    65 euro

Aziende a partire da 11 dipendenti

105 euro

   90 euro

     75 euro

Il contratto a termine sperimentale e accordi territoriali per la stagionalità

 L'accordo del 2015 aveva previsto  anche  una forma temporanea di contratto a termine  per alcune categorie di lavoratori e per le zone turistiche, cui non si applicano  le limitazioni quantitative del contratto a tempo determinato. Nello specifico si tratta di:
  • lavoratori autonomi con reddito inferiore al minimo fiscalmente imponibile
  • apprendisti non confermati
  • disoccupati da più di 6 mesi
Per approfondire  questo aspetto vedi lo speciale "Contratto a termine nel CCNL Commercio.
Nel corso del 2019 sono stati stipulati due importanti accordi territoriali che regolamentano la attività stagionali, per le quali il Contratto del terziario Confcommercio all'art. 75 prevede la possibilità di deroga alla normativa sui contratti a tempo determinato (come da d.lgs 81 2015).
 Si tratta in particolare degli accordi per le attività stagionali delle aziende 
  1.  della provincia di  ROMA Capitale siglato il 2 settembre 2019
  2.  del Comune di MILANO, e zona fiera di Rho- Pero  (Milano "Citta turistica" siglato il 6 novembre 2019).
  1- ROMA
 I periodi nei quali  si riconosce il carattere della stagionalità dei contratti a termine  alle imprese associate a Confcommercio Roma , ubicate nei Comuni specificati sono :
  •   dal 1° maggio al 30 settembre e tra il 1° dicembre e il 15 febbraio dell’anno successivo per le seguenti attività ubicate nel I e X Municipio e negli altri comuni della Provincia:    musei, siti archeologici e iniziative socio-culturali, artistiche e sportive,    parcheggi e autorimesse    noleggio di veicoli a motore e non    servizi di bus turistici
  •  dal 1° luglio al 15 agosto e dal 1° dicembre al 15 febbraio dell’anno successivo per le seguenti attività:     commerciali ubicate anche all’interno di centri commerciali o outlet
  •  dal 1° dicembre al 15 febbraio dell’anno successivo per le seguenti attività:    negozi di giocattoli
 2 – MILANO
  I datori delle aziende specificate nell'accordo  potranno assumere lavoratori a tempo determinato nei picchi di stagionalità, ovvero:
  •      dall’ultima domenica di novembre alla terza domenica di gennaio (shopping delle festività natalizie e saldi),
  •      dalla domenica precedente a quella successiva la Pasqua,
  •      dal 1° giugno al 30 settembre (saldi estivi, afflusso di turisti).

Accordo sull’ Apprendistato Contratto Commercio Terziario

 Il 19 ottobre 2016 è stato siglato anche l’accordo per regolamentare l’apprendistato di Primo e Secondo Livello, ovvero:
  • l’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore e
  • l’apprendistato di alta formazione e ricerca,
 Per i soli apprendisti , fermo restando quanto previsto dal D. Lgs. n. 81/2015 per le ore  contenute nel piano curriculare, la retribuzione per le ore svolte presso il datore di lavoro, eccedenti a quelle del predetto piano di formazione, è stabilita in misura percentuale rispetto a quella corrisposta ai lavoratori qualificati  nelle misure seguenti:
– primo e secondo anno: 50%;
– terzo anno: 65%;
 – eventuale quarto anno: 70%.
 Al termine del periodo di apprendistato di primo e secondo livello, in caso di prosecuzione  a tempo indeterminato, il livello di inquadramento sarà di 1 livello inferiore rispetto a quello in cui è inquadrata la mansione professionale per cui è stato svolto l’apprendistato, per un periodo di 12 mesi.
 Successivamente al conseguimento della qualifica o del diploma professionale, nonché del diploma di istruzione secondaria superiore, allo scopo di conseguire la qualificazione professionale ai fini contrattuali, è possibile la trasformazione del contratto in apprendistato professionalizzante, nei limiti di durata complessiva previsti per l’apprendistato professionalizzante dal CCNL Terziario 30 marzo 2015.
 Gli apprendisti vengono inquadrati, anche ai fini della retribuzione delle ore eccedenti quelle contenute nel piano di formazione curriculare:
 2 livelli inferiori a quello in cui è inquadrata la mansione professionale per cui è svolto l’apprendistato per la prima metà del periodo di apprendistato;
1 livello inferiore a quello in cui è inquadrata la mansione professionale per cui è svolto l’apprendistato per la seconda metà del periodo di apprendistato.

Termini di preavviso del Contratto commercio terziario Confcommercio

 I termini di preavviso  sono differenziati  sulla base della modalità di interruzione del rapporto, ossia :
  1. recesso del datore di lavoro o 
  2. dimissioni del lavoratore 
 e comunque decorrono dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese.
1 – Preavviso  in caso di licenziamento (art. 234 del ccnl 2008):

Livello                            

Fino a 5 anni di servizio compiuti     

Oltre 5 e fino a 10 anni compiuti             

Oltre i 10 anni

I super (quadri) e I 

60 gg  

90 gg

120 gg

II e III                                 

30 gg

45 gg

60 gg

 

IV e V                                 

20 gg

30  gg

45 gg

VI e VII                             

15 gg

20 gg

20 gg

Viaggiatori e piazzisti:
a) fino a 5 anni di servizio compiuti: 30 giorni;
b) oltre 5 anni e fino a 10 anni di servizio compiuti: 45 giorni;
c) oltre 10 anni di servizio compiuti: 60 giorni.
 In caso di mancato preavviso il lavoratore ha diritto ad una indennità equivalente all'importo della retribuzione di fatto, corrispondente al periodo di cui sopra, comprensiva dei ratei di 13ª e 14ª mensilità.
2- Preavviso in caso di Dimissioni (art. 241 del ccnl 2011):
In caso di dimissioni, sarà corrisposto al lavoratore dimissionario il trattamento di fine rapporto.
Le dimissioni devono essere rassegnate in ogni caso per iscritto con lettera raccomandata o altro mezzo idoneo a certificare la data di ricevimento e con rispetto dei seguenti termini di preavviso, a decorrere dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese:

Livello

fino a 5 anni di servizio compiuti

Oltre 5 e fino a 10 anni compiuti             

Oltre i 10 anni

 Quadri e I Livello:  

45 gg

60 gg

90 gg

 II e III Livello:        

20 gg

30 gg

45 gg

 IV e V Livello:        

15 gg

20 gg

30 gg

Mansioni e livelli retributivi nel Contratto commercio Terziario Confcommercio

 Riportiamo di seguito le principali mansioni  e qualifiche suddivise per livelli,  come previste dall'art. 100 della versione del contratto firmato nel 2007 e non successivamente modificate.  Il contratto su questo tema prevede che :
  • in caso di adibizione per un periodo superiore a tre mesi a mansioni superiori a quelle previste nel contratto di assunzione  al lavoratore venga riconosciuto il passaggio al livello retributivo superiore. 
  •  inoltre, "il lavoratore appartenente a qualifica non impiegatizia ai sensi di legge, in caso di passaggio a categoria impiegatizia, conserva l’anzianità maturata nelle rispettive qualifiche di impiegato e di lavoratore con mansioni non impiegatizie" .
PRIMO  LIVELLO :  lavoratori con funzioni ad alto contenuto professionale anche con responsabilità di direzione  di unità produttive o  funzioni organizzativa con carattere di iniziativa e di autonomia operativa
capo di servizio e di ufficio tecnico, amministrativo, commerciale (vendita o acquisti), legale; capo centro EDP; gestore o gerente di negozio, di filiale, o di supermercato ; responsabile laureato in chimica o farmacia per magazzini di prodotti farmaceutici e specialità medicinali; analista sistemista;gerente o capo di officina o di sede assistenziale con la completa responsabilità sia tecnica che amministrativa; responsabile di elaborazione e realizzazione di progetti;responsabile marketing responsabile pubbliche relazioni responsabile ricerche di mercato nelle aziende di pubblicità; responsabile commerciale copywriter, art director, producer-tv-cine-radio, account executive media planner nelle agenzie di pubblicità; research executive nelle agenzie di pubblicità; product manager;
SECONDO LIVELLO: lavoratori di concetto che svolgono compiti autonomi e/o con funzioni di coordinamento e controllo oppure  con carattere di creatività nell'ambito di una specifica professionalità ad esempio:
cassiere che sovraintenda a più casse; propagandista scientifico; capo di reparto o settore anche se non addetto ad operazioni di vendita; contabile con mansioni di concetto; segretario di direzione con mansioni di concetto; responsabile di magazzino; agente acquisitore nelle aziende di legname; agente esterno consegnatario delle merci; determinatore di costi; spedizioniere patentato; enotecnico diplomato, enologo e tecnico oleario; chimico di laboratorio; capitano di rimorchiatore; tecnico chimico anche con funzioni di vendita nel settore commercio chimico; interprete o traduttore simultaneo; creatore di bozzetti, creatore-redattore di testi pubblicitari; collaudatore e/o accettatore di officina segretario di produzione , programmatore di pubblicità cinema nelle concessionarie di pubblicità; art-buyer , tecnico stampa nelle agenzie di pubblicità; capo piazzale: coordina impianti di distribuzione carburante programmatore analista; supervisore di processo o di rilevazione nelle aziende di ricerche di mercato; supervisore di rilevazione nelle aziende di ricerche di mercato; assistente del product manager; internal auditor; EDP auditor; specialista di controllo di qualità; revisore contabile.
TERZO LIVELLO :  lavoratori che svolgono mansioni di concetto (in prevalenza)  con particolari conoscenze tecniche ed  esperienza, e i lavoratori specializzati ad esempio:   disegnatore tecnico; figurinista; vetrinista; commesso stimatore di gioielleria; ottico diplomato o patentato; meccanico ortopedico; commesso di libreria che abbia la responsabilità per il rifornimento; addetto a pratiche doganali e valutarie; operaio specializzato provetto; addetto alla vendita di autoveicoli con funzioni di stima dell'usato; operaio specializzato provetto nel settore automobilistico: addetto alla carrozzeria (lattoniere, verniciatore), che svolgono le mansioni in autonomia operativa, operaio specializzato provetto nelle concessionarie di pubblicità: tecnico cine-TV; tecnico proiezione; sportellista nelle concessionarie di pubblicità; commesso specializzato; contabile/impiegato amministrativo: in grado di effettuare operazioni anche funzionali a bilanci preventivi o consuntivi, evidenziare e gestire posizioni irregolari; programmatore; addetto al controllo del materiale in entrata e uscita e operaio specializzato provetto nelle aziende commerciali dei settori ferro e acciai, metalli non ferrosi e rottami; manutentore meccanico e elettrico, conducente di autotreni e di autoarticolati pesanti ; rilevatore di mercato; tecnico riparatore del settore elettrodomestici: e macchine per uffici; macellaio specializzato provetto.
QUARTO LIVELLO:   lavoratori che eseguono compiti operativi anche di vendita e relative operazioni complementari,  e lavori che richiedono specifiche conoscenze tecniche comunque acquisite, ad esempio: contabile d'ordine; cassiere comune; traduttore (adibito alle sole traduzioni scritte); controllore di settore tecnico di centro elaborazione dati; commesso alla vendita al pubblico; addetto alle operazioni ausiliarie alla vendita ; commesso di gastronomia, anche se addetto normalmente alla preparazione e confezione; magazziniere; magazziniere anche con funzioni di vendita; indossatrice; estetista, anche con funzioni di vendita; addetto a mansioni d'ordine di segreteria; propagandista di prodotti con mansioni che non richiedono cognizioni di carattere scientifico; esattore, esclusi i fattorini e portapacchi autorizzati a riscuotere l'importo della consegna; pittore o disegnatore esecutivo; allestitore esecutivo di vetrine e display; addetto al ricevimento ed esecuzione delle mansioni di bordo; autotrenista conducente di automezzi pesanti; banconiere di spacci di carne; operaio specializzato; specialista di macelleria gastronomia, salumeria, pescheria, formaggi, pasticceria, anche con funzioni di vendita; telefonista addetto agli ordini addetto al collaudo senza compiti di diagnosi; addetto alla erogazione dei carburanti e piccola manutenzione; operaio specializzato nelle aziende commerciali dei settori ferro e acciai, ;addetto ai mezzi di trasporto e movimento; manutentore meccanico, elettrico, aggiustatore, per lavori di media complessità; operatore di processo nelle aziende di ricerche di mercato.
QUINTO LIVELLO : lavoratori che eseguono lavori qualificati per la cui esecuzione sono richieste normali conoscenze e adeguate capacità tecnico pratiche, comunque conseguite: addetto di biblioteca; addetto al controllo delle vendite; addetto ai negozi o filiali di esposizioni; pratico di laboratorio chimico; archivista, protocollista; operatore di macchine perforatrici e verificatrici; campionarista, prezzista (addetto alla compilazione dei listini dell'azienda); addetto alla materiale distribuzione di giornali e riviste nelle agenzie giornalistiche; addetto al controllo e alla verifica delle merci; addetto al centralino telefonico; aiuto-commesso nelle aziende di vendita di prodotti dell'alimentazione generale aiutante commesso (L'aiutante commesso è il lavoratore addetto alla vendita che non ha compiuto l'apprendistato nel settore merceologico nel quale è chiamato a prestare servizio (o perché ha superato l'età o perché proviene da altri settori. permane al Quinto livello per un periodo di 18 mesi); conducente di autovetture; addetto alle operazioni ausiliarie alla vendita nelle aziende a integrale libero servizio (grandi magazzini, magazzini a prezzo unico, supermercati ed esercizi similari); addetto all'insieme delle operazioni nei magazzini di smistamento, per i primi 18 mesi di servizio; operaio qualificato.
SESTO LIVELLO: lavoratori che compiono lavori che richiedono il possesso di semplici conoscenze pratiche dimostratore (addetto alla propaganda e dimostrazione con mansioni prevalentemente manuali); usciere; imballatore; conducente di motofurgone; conducente di motobarca; guardiano di deposito; fattorino; portapacchi con o senza facoltà di esazione; custode; portiere; ascensorista; addetto al carico e scarico; operaio comune; addetto alle pompe negli impianti di carburante lavatore; asciugatore.
SETTIMO LIVELLO:  lavoratori che svolgono mansioni di pulizia o equivalenti:  addetto alle pulizie anche con mezzi meccanici;     garzone.  
Allegati:

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154