Scadenza del 16 Giugno 2016

TASI – Versamento acconto 2016

16 Giugno 2016 in Scadenze

SOGGETTI: Proprietari o detentori, a qualsiasi titolo, di immobili (compresa l'abitazione principale e le aree fabbricabili), ad ECCEZIONE di:

  • abitazioni principali (ed equiparate) non “di lusso”, quindi non accatastate nelle categorie A/1, A/8 e A/9;
  • terreni agricoli;
  • aree fabbricabili possedute e/o condotte da coltivatori diretti e IAP;
  • immobili degli enti non commerciali destinati esclusivamente allo svolgimento con modalità non commerciali delle attività:
    • assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive;
    • dirette all'esercizio del culto e alla cura delle anime, alla formazione del clero e dei religiosi, alla catechesi e all'educazione cristiana (ex art. 16 comma 1 lett. a della L. 222/85);
  • fabbricati categorie da E1 a E9;
  • fabbricati destinati ad usi culturali di cui all’art. 5-bis, DPR n. 601/1973 nonché quelli destinati esclusivamente all’esercizio del culto, compatibilmente con gli artt. 8 e 19 della Costituzione;
  • i rifugi alpini non custoditi, i punti d’appoggio e bivacchi.

ADEMPIMENTO: Versamento della TASI 2016, come prima rata (acconto) o in unica soluzione MODALITA’
Modello F24. Dal 1° ottobre 2014, l'utilizzo del modello F24 cartaceo è consentito solo ai soggetti non titolari di partita IVA se l'F24 è a debito, senza compensazione, e di importo ≤ 1.000 €. In tutti gli altri casi, va utilizzato il canale telematico. In alternativa è possibile usare l'apposito bollettino di c/c/p, approvato con DM 23.5.2014, pubblicato sulla G.U. n. 122 del 28.5.2014.
CODICE TRIBUTO:
3958 – TASI abitazione principale e pertinenze
3959 – TASI fabbricati rurali ad uso strumentale
3960 – TASI aree fabbricabili
3961 – TASI altri fabbricati

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154