FISCO » Agevolazioni per le persone fisiche » Agevolazioni Covid-19

Sisma d’Abruzzo, ok all’esenzione dalle imposte di registro e ipocatastali

12 Giugno 2014 in Notizie Fiscali
Con la Risoluzione n. 61/E pubblicata ieri 11 giugno 2014, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che le popolazioni dell’Abruzzo, colpite dal sisma del 6 aprile 2009, non devono pagare l’imposta di registro, né quella ipotecaria e catastale, per l’acquisto di un immobile sostitutivo dell’abitazione principale distrutta dal terremoto. Il chiarimento si è reso necessario perché il D.L. n. 39/2009 aveva previsto alcune agevolazioni per i contribuenti colpiti dal sisma del 2009, tra cui l’esenzione da ogni tributo e diritto (ad eccezione dell’Iva) per l’acquisto di nuove abitazioni, ma successivamente il Dlgs n. 23/2011 ha disposto la soppressione di tutte le agevolazioni relative all’imposta di registro per gli atti traslativi di immobili a partire dal 1° gennaio 2014. Ora la risoluzione ha chiarito che tale soppressione non vale anche per l’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale nel caso di acquisto di una nuova abitazione sostitutiva di quella distrutta, in quanto l’esenzione non costituisce un’agevolazione sui trasferimenti immobiliari, ma si colloca in un piano di interventi volto a garantire le esigenze abitative dei cittadini danneggiati dal sisma.
 

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154