Rimborsi da 730 superiori a 4.000 euro: quando scatta il controllo preventivo

11 Giugno 2014 in Notizie Fiscali
Con un comunicato stampa diffuso ieri 10 giugno 2014, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che solo una parte dei rimborsi del modello 730 superiori a 4mila euro sarà sottoposta a controllo preventivo da parte dell’Agenzia delle Entrate. In base a quanto stabilito dalla Legge di Stabilità 2014, infatti, la verifica da parte dell’Agenzia delle Entrate scatta solo quando il rimborso di importo superiore a 4mila euro è determinato anche da detrazioni per familiari a carico (e non da assegni per il coniuge separato) o da crediti riportati dalla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente. Questo significa che i rimborsi superiori ai 4mila euro derivanti, per esempio, da spese per le ristrutturazioni, interessi passivi sul mutuo prima casa, subiranno il controllo preventivo solo se sono presenti familiari a carico (non assegni per il coniuge) oppure crediti riportati dalla dichiarazione dell’anno precedente.
 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154