FISCO » Accertamento e riscossione » Redditometro

Redditometro, beni aziendali esclusi solo se utilizzo esclusivo

10 Gennaio 2013 in Notizie Fiscali

L’articolo 2 del decreto attuativo del redditometro (Dm 24 dicembre 2012) stabilisce che «non si considerano sostenute dalla persona fisica le spese per i beni e servizi se gli stessi sono relativi esclusivamente ed effettivamente all’attività d’impresa o all’esercizio di arti e professioni, sempre che tale circostanza risulti da idonea documentazione». Da tale disposizione emerge che, con riguardo all’attività d’impresa o alle professioni, solamente le spese per i beni utilizzati esclusivamente nell’attività sfuggono al redditometro. Per quelle "promiscue" occorrerà, invece, procedere ad un necessario adeguamento. Inoltre, il redditometro effettuato nei confronti di imprenditori e autonomi blocca successivi accertamenti presuntivi, come ad esempio, gli studi di settore.

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154