FISCO » Accertamento e riscossione » Redditometro

Nuovo redditometro: via libera del Garante della privacy, ma con riserva

22 Novembre 2013 in Notizie Fiscali
Fonte: Il Sole 24 Ore
Il Garante della Privacy, dopo quattro mesi di istruttoria, ha dato il via libera al nuovo redditometro 2.0, ma ha posto una serie di condizioni di cui l’Amministrazione finanziaria dovrà tenere conto prima di far partire i 35.000 controlli programmati. Una delle maggiori criticità dello strumento di accertamento contestate è il ricorso alle spese medie Istat, che ora il Garante chiede che non vengano utilizzate. Il Garante ha poi chiesto alle Entrate di prestare particolare attenzione alla qualità e all’esattezza dei dati con riguardo alla composizione della famiglia, per evitare eventuali differenze tra famiglia fiscale e famiglia anagrafica. Il Garante ha chiesto, infine, che venga specificato al contribuente quali informazioni sono obbligatorie da fornire e quali invece sono facoltative nella richiesta di chiarimenti con l’invito al contraddittorio e di inserire nella dichiarazione dei redditi l’informativa che i dati riportati nel modello potranno essere utilizzati per il redditometro.
 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154