FISCO » Imposte indirette » Imposta di registro

No ai tributi speciali per la registrazione dI atti all’Ufficio

15 Marzo 2012 in Notizie Fiscali

Nella risoluzione 24 /E l’Agenzia precisa che agli atti pubblici, scritture private non autenticate e atti giudiziari registrati nei suoi Uffici non sono applicabili i tributi speciali previsti dal DL 533/1954. Le annotazioni in calce o a margine del documento non vanno infatti considerate come una certificazione o attestazione rilasciata su richiesta del contribuente ma è una mera modalità di esecuzione della registrazione stessa . Ciò vale anche per le registrazioni volontarie. I tributi speciali restano dovuti nelle ipotesi in cui il contribuente richieda all’Amministrazione finanziaria il rilascio di copie, estratti, certificazioni o attestazioni.

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154