LAVORO » Lavoro » Rubrica del lavoro

Legge di bilancio 2019: sgravio per laureati eccellenti

31 Ottobre 2018 in Notizie Fiscali

Oggi approda in Parlamento la legge di bilancio 2019 . In materia di lavoro ci sono alcune sorprese. Innanzitutto non sono presenti le norme (mai dettagliate ufficialmente, in realtà,  ma solo annunciate a voce) sulla "riforma della riforma"  Fornero che dovrebbe reintrodurre Quota 100 e  sull'introduzione del Reddito di cittadinanza. Per queste norme si dovranno  preparare due disegni di legge ad hoc per la realizzazione in corso d'anno Sono confermate le risorse stanziate a questo fine, complessivamente circa 15 miliardi. 

E' apparsa invece nel testo ufficioso del DDL Bilancio una nuova misura di sgravio contributivo totale per l'assunzione a tempo indeterminato di giovani . Questa volta è specificamente rivolta a laureati con 110 e lode e per ricercatori universitari.   

In particolare le categorie coinvolte sono :

  1. giovani in possesso di laurea magistrale, ottenuta dal 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019, con 110 e lode ed entro la durata legale del corso di studi, prima del compimento del trentesimo anno d’età.
  2. dottori di ricerca, che abbiano concluso l'iter del dottorato tra il 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019, prima dei 34 anni. Il titolo di laurea o di dottorato debbono essere rilasciati da università statali  o private legalmente riconosciute. Sono esclusi invece le lauree attraverso corsi università online .

Le  risorse stanziate per questa agevolazione ammontano a 35 milioni per il 2019 e 35 milioni per il 2020 e consentono l’esonero  per 12 mesi dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro,  con esclusione dei premi e contributi Inail, e  con il limite massimo di 8mila euro per ogni nuovo assunto  per assunzioni e trasformazioni che avvengano nel 2019 e 2020.

L’esonero è riconosciuto anche per assunzioni a tempo parziale, purché con contratto  a tempo indeterminato, proporzionalmente ridotto e per le trasformazioni da tempo determinato a indeterminato   che avvengano sempre  tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 dicembre 2019.

Sono esclusi i rapporti di lavoro domestico. Come nel caso dello sgravio della legge di stabilità 2018, per avere diritto all'agevolazione i  datori di lavoro:

  • non devono aver effettuato  nei dodici mesi precedenti l’assunzione,licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo ovvero a licenziamenti collettivi nella medesima unità produttiva per la quale si intende procedere all’assunzione.
  • non possono procedere a  licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo del lavoratore assunto o di un altro  lavoratore impiegato  con la stessa qualifica e nella medesima unità produttiva e  nei ventiquattro mesi successivi , pena la revoca dell’esonero e il recupero del beneficio già fruito.

Questa agevolazione potrà essere cumulabile con altri incentivi all’assunzione definiti su base nazionale e regionale.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154