FISCO » Agevolazioni per le persone fisiche » Le Agevolazioni per le Ristrutturazioni Edilizie e il Risparmio Energetico

L’Agenzia nega la detrazione 36% se il bonifico è incompleto

8 Giugno 2012 in Notizie Fiscali
Fonte: Il Sole 24 Ore

Nella risoluzione 55/E del 7 giugno 2012, in risposta all’interpello di un contribuente che aveva eseguito un bonifico bancario incompleto di alcuni dati. L’Agenzia ha chiarito che con dati incompleti gli istituti bancari o postali non possono operare la ritenuta del 4% prevista dalla normativa per cui il contribuente non ha diritto alla detrazione. Si deve fare molta attenzione quindi nel predisporre il bonifico ad indicare causale, codice fiscale o partita iva di el beneficiario e riferimenti normativi. Si specifica comunque che per non perdere la detrazione del 36% della spesa sostenuta in sede di dichiarazione dei redditi del 2012, da presentare nell’anno 2013, Unico 2013 o modello 730/2013 è possibile , in caso di errori o omissioni,  ripetere il pagamento con un nuovo bonifico completo di tutti i dati. Le parti potranno concordare in autonomia le modalità di restituzione del primo pagamento effettuato.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154