FISCO » IVA » Comunicazione spese sanitarie

Comunicazione spese sanitarie: per gli ottici arrivano semplificazioni

14 Ottobre 2016 in Notizie Fiscali

In un comunicato stampa sul proprio sito Federottica annuncia il resoconto dell’incontro avuto oggi  al Ministero dell'Economia e delle Finanze, presso la Ragioneria Generale dello Stato, alla presenza dell'Agenzia delle Entrate e della Sogei, per discutere delle problematiche connesse all'invio dei dati relativi al 730 precompilato con riferimento alla categoria degli ottici.
L’obbligo è stato introdotto con un decreto del MEF del  1/9/2016  in attuazione dell’art. 3, comma 4 D.Lgs. 175/2014. Le nuove categorie previste da detto decreto sono:

  •  gli esercizi commerciali di cui all’articolo 4, comma 1, lettere d), e) e f), del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, che svolgono l’attività di distribuzione al pubblico di farmaci ai sensi dell’articolo 5 del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, ai quali è stato assegnato dal Ministero della salute il codice identificativo univoco previsto dal decreto del Ministro della salute del 15 luglio 2004;
  • gli iscritti agli albi professionali dei veterinari;
  • gli iscritti agli albi professionali degli psicologi, di cui alla legge 18 febbraio 1989, n. 56;
  • gli iscritti agli albi professionali degli infermieri, di cui al decreto ministeriale 14 settembre 1994, n. 739;
  • gli iscritti agli albi professionali delle ostetriche/i, di cui al decreto ministeriale 14 settembre 1994, n. 740;
  • gli iscritti agli albi professionali dei tecnici sanitari di radiologia medica, di cui al decreto ministeriale 14 settembre 1994, n. 746;
  • gli esercenti l’arte sanitaria ausiliaria di ottico che hanno effettuato la comunicazione al Ministero della salute di cui agli articoli 11, comma 7, e 13 del decreto legislativo 24 febbraio 1997, n. 46.

Un successivo decreto del 16 settembre 2016 ha stabilito anche le modalità di trasmissione dei dati delle spese sanitarie sostenute dai cittadini a partire dal 1° gennaio 2016.
I dati da trasmettere al Sistema Tessera Sanitaria riguardano: le ricevute di pagamento, gli scontrini fiscali e gli eventuali rimborsi relativi alle spese sanitarie sostenute da ciascun assistito, come indicato dal DM 31/7/2015.
La trasmissione dei dati deve essere effettuata entro il 31 gennaio dell’anno successivo : per le spese sanitarie sostenute nell’anno 2016, la trasmissione telematica dei relativi dati deve essere effettuata entro il 31/1/2017.
La difficoltà di inserimento degli scontrini per gli ottici è stata raccolta da Federottica e portata davanti agli Enti competenti. Al termine dell’incontro ecco la buona novella che riportiamo testualmente:
“Oggi, come preannunciato, una delegazione di Federottica, composta dal presidente Andrea Afragoli, dal consulente fiscale Giuseppe Piazzolla e dal segretario generale Stefano Bertani, è stata ricevuta al Ministero dell'Economia e delle Finanze, presso la Ragioneria Generale dello Stato, in presenza dell'Agenzia delle Entrate e della Sogei, per discutere delle problematiche connesse all'invio dei dati relativi al 730 precompilato.
Durante l'incontro il Ministero ha ribadito con spirito collaborativo l'importanza dell'inoltro dei dati, chiarendo – su nostra precisa domanda – l'obbligo di invio delle fatture dell'anno 2016 e, laddove possibile, il maggior numero di dati afferenti gli scontrini parlanti (a regime dall'entrata in vigore del Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 1/9/2016, pubblicato in G.U. il 13/9/2016).
Federottica ha richiesto di poter accludere, secondo modalità formali ben precise, l'inserimento tra le voci di spesa quelle relative alle prestazioni professionali, che saranno accluse con una modifica del decreto attuativo. Si è, poi, aperto un canale di collaborazione diretto tra Federottica e il Ministero per risolvere aspetti tecnici e dare risposta a quesiti di natura operativa.”
 

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154