FISCO » Imposte indirette » Successioni

Rinuncia eredita’ – tassazione diritto di abitazione

25 Febbraio 2005 in Normativa

Oggetto:

Rinuncia all’eredità – Tassazione del diritto di abitazione ai fini delle imposte ipotecarie e catastali

 

Sintesi:

La risoluzione fornisce chiarimenti in merito all’applicazione dell’articolo 69, comma 3, della legge 21 novembre 2000, n. 342.

In particolare, è stato chiesto di conoscere se, in caso di successione mortis causa, competa l’agevolazione c.d. "prima casa", prevista dal citato articolo 69, per il diritto di abitazione di cui all’articolo 540, comma 2, del codice civile, al coniuge superstite che rinunci all’eredità, in presenza dei requisiti richiesti dalla norma.

L’Agenzia precisa che ove in capo al beneficiario sussistano le condizioni previste in materia di acquisto della prima abitazione (nota II bis all’art. 1, comma 1, quinto periodo lettere a, b e c della tariffa, parte prima, allegata al T.U. delle disposizioni concernenti l’imposta di registro, approvato con D.P.R. n.131/86) è possibile usufruire dell’agevolazione c.d. "prima casa" pagando le sole imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di euro 168,00 per ciascun tributo, così come disposto all’articolo 69, comma 3, della legge n. 342 del 2000.

Allegati:

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154