LAVORO » Previdenza e assistenza » Inail

Limiti retributivi per i premi assicurativi INAIL 2016

9 Marzo 2016 in Normativa

Nella Circolare INAIL 07 marzo 2016, n. 7, vengono forniti  i limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi, per l’anno 2016.  A seguito della variazione negativa dell'indice dei prezzi al consumo registrata dall' Istat e  della legge di stabilità 2016 che annulla tale dato, i limiti restano invariati  rispetto agli importi del 2015 (pari a euro 47,68; rapportato a mese, il minimale assume valore di euro 1.239,68)

Questo l'indice dei contenuti della Circolare:
PRIMA SEZIONE: Premi ordinari.
Premessa
1. Retribuzione effettiva – minimale giornaliero per la generalità dei lavoratori

1.1 Minimale contrattuale
1.2 Minimale di retribuzione giornaliera

2. Limiti minimi imponibili per le retribuzioni effettive

2.1 Minimale contributivo e minimale di rendita

3. Retribuzioni effettive escluse dall’adeguamento al minimale giornaliero

3.1 Operai agricoli
3.2 Trattamenti integrativi di prestazioni mutualistiche e previdenziali
3.3 Assegno o indennità di disponibilità corrisposta ai disoccupati avviati ai cantieri scuola e lavoro, rimboschimento e sistemazione montana
3.4 Indennità di disponibilità previste per il contratto di lavoro intermittente

4. Retribuzioni convenzionali

4.1 Minimale giornaliero e retribuzioni convenzionali in genere
4.2 Limiti minimi di retribuzione giornaliera – Anno 2015
4.3 Retribuzioni convenzionali della pesca marittima
4.4 Lavoratori a domicilio

5. Retribuzioni convenzionali stabilite con decreto ministeriale

5.1 Categorie di lavoratori con retribuzione convenzionale stabilita con decreto ministeriale a livello nazionale da variare a norma dell’art. 116 T.u. n. 1124/1965
5.2 Altre categorie di lavoratori con retribuzioni convenzionali stabilite con decreto ministeriale a livello nazionale
5.3 Categorie di lavoratori con retribuzioni convenzionali giornaliere a livello provinciale

6. Retribuzioni convenzionali stabilite con legge

6.1 Lavoratori addetti ai servizi domestici e familiari
6.2 Lavoratori con contratto part-time
6.3 Lavoro ripartito
6.4 Lavoratori dell’area dirigenziale

7. Retribuzione di ragguaglio

8. Lavoratori parasubordinati

8.1 Prestazioni occasionali
9. Sportivi professionisti dipendenti

SECONDA SEZIONE: Premi speciali unitari.
Premessa

1. Premi speciali unitari
1.1 Titolari artigiani, soci artigiani, familiari coadiuvanti del titolare artigiano ed associati ad imprenditore artigiano
1.2 Facchini, barrocciai, vetturini ed ippotrasportatori riuniti in cooperative ed organismi associativi di fatto
1.3 Persone addette ai lavori di frangitura e spremitura delle olive soggette all’obbligo assicurativo
1.4 Pescatori della piccola pesca marittima e delle acque interne (legge 250/1958)
1.5 Insegnanti delle scuole o istituti di istruzione di ogni ordine e grado, non statali, addetti a macchine elettriche e addetti ad esperienze tecnico-scientifiche od esercitazioni pratiche o di lavoro (T.u. 1124/1965, art. 4, nn. 1 e 5)
1.6 Alunni e studenti delle scuole o istituti di istruzione di ogni ordine e grado, non statali, addetti ad esperienze tecnico-scientifiche od esercitazioni pratiche o di lavoro (T.u. 1124/1965, art. 4, n. 5)
1.7 Candidati all’emigrazione sottoposti a prova d’arte prima dell’espatrio (T.u. 1124/1965, art. 4, n. 5)
1.8 Medici radiologi, tecnici sanitari di radiologia medica e allievi dei corsi
1.9 Soggetti coinvolti in attività di volontariato a fini di utilità sociale
1.10 Allievi dei corsi ordinamentali di istruzione e formazione professionale regionali curati dalle istituzioni formative e dagli istituti scolastici paritari (Allievi IeFP)

TERZA SEZIONE: Profilo risarcitorio. […]

Allegati:

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154