PRIMO PIANO

IMU enti non commerciali: il conguaglio 2013 in sede di acconto 2014

7 Giugno 2013 in Normativa
Con la Risoluzione n. 7/DF del 5 giugno 2013, il Ministero dell’Economia e delle Finanze fornisce chiarimenti sul pagamento dell'IMU 2013 per gli enti non commerciali.
Nello specifico la risoluzione precisa che:
 
– gli enti non commerciali potranno determinare e versare la prima rata dell’IMU per l’anno 2013, osservando gli stessi criteri seguiti per l'anno 2012, con la sola differenza che per l'anno in corso devono essere tenuti in considerazione anche i criteri che comportano il versamento dell'imposta limitatamente agli immobili o proporzioni di immobili destinati allo svolgimento con modalità commerciali delle attività di cui all'art. 7, co. 1, lett. i) del D. Lgs. n. 504/1992. Nel caso in cui non sono mutate le condizioni di applicazione delle disposizioni complessivamente richiamate, l'ente non commerciale potrà seguire, ai fini degli adempimenti relativi al versamento della prima rata dell'IMU, lo stesso comportamento osservato per l'anno 2012 (art. 10, co. 4, lett. b), D.L. n. 35/2013);
 
– il conguaglio dell’IMU per l’anno 2013 potrà essere effettuato contestualmente al versamento della prima rata dovuta per l’anno 2014, in quanto la seconda rata scade il 16 dicembre 2013 e tutti i dati e gli elementi necessari per la determinazione del rapporto proporzionale saranno definitivi e disponibili solo al 31 dicembre 2013;
 
– il versamento della prima rata dell’IMU per l’anno 2014 dovrà essere effettuato in misura pari al 50% dell'imposta relativa all'anno precedente, così come determinata definitivamente anche sulla base dei dati risultanti dai bilanci degli enti non commerciali in questione.
 
 
Allegati:

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154