PMI » Settori di Impresa » Agricoltura

Esenzione Imu terreni agricoli montani: rimodulata l’esenzione

26 Gennaio 2015 in Normativa
Il decreto interministeriale 28 novembre 2014, in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ha rimodulato l’applicazione dell’esenzione dall’IMU, in attuazione di quanto previsto dall’art. 22, comma 2, del D.L. n. 66 del 2014.
I soggetti obbligati al versamento dell’IMU per l’anno 2014 sulla base di detto decreto devono effettuarlo in un’unica rata entro il 16 dicembre 2014.
 
In particolare, il decreto stabilisce che sono esenti:
  • i terreni agricoli dei comuni ubicati a un’altitudine di 601 metri e oltre, individuati sulla base dell’“Elenco comuni italiani”, che qui alleghiamo, pubblicato sul sito internet dell’Istituto nazionale di statistica (ISTAT), tenendo conto dell’altezza riportata nella colonna “Altitudine del centro (metri)”;
  • i terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, dei comuni ubicati a un’altitudine compresa fra 281 metri e 600 metri, individuati sulla base del medesimo elenco.
Alleghiamo:
  • Tutti i file dal sito dell'Istat: Elenco Comuni italiani dal 1° gennaio 2015, elenco di quelli soppressi
  • Decreto interministeriale del 28.11.2014 in attesa di pubblicazione
  • Allegato A al Decreto interministeriale del 28.11.2014 in attesa di pubblicazione
NOVITA' DAL SITO DELL'ISTAT
 
Le novità al 1° gennaio 2015
Il file elenco comuni italiani al 1° gennaio 2015, pubblicato in data 26 gennaio 2015, aggiorna e sostituisce l'omonimo file diffuso in data 30 dicembre 2014.
 
Variazioni amministrative
Dal 1° gennaio 2015, con l'istituzione di 5 nuovi comuni e la relativa soppressione di 14, il numero ufficiale dei comuni italiani è di 8.048 unità.
 
I cinque nuovi comuni istituiti sono:
  • Predaia, in provincia di Trento;
  • San Lorenzo Dorsino, in provincia di Trento;
  • Valdaone, in provincia di Trento;
  • Valvasone Arzene, in provincia di Pordenone;
  • Sillano Giuncugnano, in provincia di Lucca.
Si fa altresì presente che la nuova denominazione di Castellinaldo d'Alba, assunta dal comune di Castellinaldo, in provincia di Cuneo, già inserita nell'elenco dei comuni italiani al 1° gennaio 2015, entra in vigore a decorrere dal 30 gennaio 2015.
Altitudine del centro del comune.
 
Nell'elenco dei comuni italiani al 1° gennaio 2015 sono recepite le rettifiche del dato dell'altitudine del centro capoluogo dei seguenti comuni: Anversa degli Abruzzi, Calitri, Castropignano, Curinga, Erli, Grosotto, Limosano, Melito Irpino, Monacilioni, Montaione, Paulilatino, Pedace, Rosora, Schignano, Sutera, Veroli, Vicoforte e Zignago. La quota riportata nell'elenco comuni italiani è quella riferita alla sede del Municipio e comunicata dagli uffici competenti di ciascun comune.
Città metropolitane.
 
In data 1° gennaio 2015 sono entrate in vigore nove città metropolitane, che subentrano alle province corrispondenti: l'Istat ha provveduto a pubblicare la notizia e i relativi codici all'indirizzo www.istat.it/it/archivio/145343.
 
Permalink
A partire dal 1° gennaio 2015 si rendono disponibili i link permanenti dell'elenco dei comuni italiani in formato csv e in formato xls. Tali indirizzi resteranno immutati ad ogni aggiornamento dei file.
 
Allegati:

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154