FISCO » IRPEF » Cedolare secca

Dichiarazione 730/2013: le risposte dell’Agenzia ai quesiti

10 Maggio 2013 in Normativa
Con la Circolare del 9 maggio 2013 n. 13, l'Agenzia delle Entrate fornisce i consueti chiarimenti su varie questioni
interpretative riguardanti le agevolazioni per gli interventi di recupero del patrimonio abitativo e per la riqualificazione energetica degli edifici, le altre detrazioni, nonché su altri quesiti riguardanti la cedolare secca, i redditi di lavoro dipendente e fondiari, l’IMU e l’IVIE.
 
Indice della Circolare:
 
PREMESSA
1. DETRAZIONE PER INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO
1.1 Decesso del conduttore – Trasferimento della detrazione
1.2 Separazione legale e lavori successivi alla separazione – Aventi diritto
1.3 Comunicazione di fine lavori per spese superiori a euro 51.645,69
1.4 Sostenimento nel 2012 di spese per importi che superano euro 96.000
2. DETRAZIONE PER INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI
2.1 Comunicazione all’ENEA
2.2 Comunicazione di fine lavori – Remissione in bonis
2.3 Comunicazioni annullate
2.4 Comunicazioni compilate ma non inviate
3. ALTRE DETRAZIONI
3.1 Spese per la frequenza dei corsi di laurea in teologia
3.2 Interessi passivi per mutuo per costruzione dell’abitazione principale – Fatture di spesa non cointestate
3.3 Spese per la frequenza delle “sezioni primavera”
4. CEDOLARE SECCA
4.1 Regime transitorio – Applicazione della cedolare secca in dichiarazione e revoca dell’opzione
4.2 Mancata applicazione della cedolare secca nella dichiarazione relativa al periodo di imposta 2011
5. ALTRE QUESTIONI
5.1 Immobili inagibili ai fini IMU
5.2 IVIE – Decorrenza
5.3 Incentivi per il rientro dei lavoratori e contributo di solidarietà
Allegati:

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154