LAVORO » Previdenza e assistenza » Contributi Previdenziali

Contribuzione dovuta dai datori di lavoro in genere e dalle aziende agricole 2013: le disposizioni dell’Inps

31 Gennaio 2013 in Normativa

L’anno 2013 si caratterizza per l’entrata in vigore di una buona parte delle disposizioni contenute nella legge n. 92/2012, di riforma del mercato del lavoro. Va, peraltro, osservato che il testo della citata norma è stato recentemente modificato dalle leggi n. 221 (di conversione, con modificazioni, del DL 179/2012 – cosiddetto Decreto sviluppo bis) e n. 228/2012 (legge di stabilità 2013). Inoltre, nel corrente anno, va a conclusione il percorso di armonizzazione dell’aliquota contributiva pensionistica, previsto dalla legge n. 335/1995 e avviatosi nel 1997.
Con la Circolare del 28 Gennaio 2013 n. 13 l’INPS fornisce un quadro riepilogativo delle disposizioni aventi riflesso sulla contribuzione dovuta dai datori di lavoro in genere e dalle aziende agricole per gli operai a tempo determinato e indeterminato, nel corso del 2013.

Indice della Circolare:

1. Disposizioni in materia contributiva.
1.1 Contributo IVS.

Completamento del percorso di armonizzazione dell’aliquota contributiva pensionistica per i datori di lavoro che, alla data del 01.01.1996, non avevano integralmente trasferito al FPLD la quota di 4,43% dalle gestioni TBC, MATERNITÀ e CUAF.
1.1.1 Aziende che occupano personale all’estero assicurato in regime di legge 3 ottobre 1987, n. 398 (CA=4C) ovvero personale distaccato in paesi per i quali vigono accordi parziali di sicurezza sociale per i quali è prevista l’esenzione del contributo CUAF (CA=4Z e 1C) – Incremento dello 0,29% per i “dirigenti industriali”, assunti dal 1.1.2003 e iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori dipendenti.
1.1.2 Amministrazioni statali e Enti pubblici non soggetti alla disciplina della CUAF.
Settori esclusi dal contributo per l’INDENNITÀ ECONOMICA di MATERNITÀ -Incremento dello 0,29%.
1.1.3 Piloti dei porti – Incremento dello 0,29%.
1.1.4 Aliquote contributive dovute al FPLD per gli equipaggi delle navi da pesca iscritte nei registri delle navi minori e dei galleggianti (art. 9, legge n. 413/1984).
1.1.5 Aliquote contributive dovute al FPLD per la generalità delle aziende agricole.
1.1.6 Aliquote contributive dovute al FPLD per le aziende agricole con processi produttivi di tipo industriale.
1.1.7 Contributi INAIL dal 1 gennaio 2013 per gli operai agricoli dipendenti.
1.1.8 Agevolazioni per zone tariffarie nel settore agricolo anno 2013.

2. Contributi CIGS e MOBILITÀ.

3. Misura compensativa alle imprese che conferiscono il TFR a forme pensionistiche complementari e/o al Fondo per l’erogazione del TFR.

4. Disposizioni in favore dell’occupazione.
4.1. Mancata proroga della possibilità di iscrizione nelle liste di mobilità per i lavoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo.
4.2 Altre disposizioni non prorogate.
4.3 Incentivi per l’assunzione di over 50 e donne che si trovano in particolari condizioni

5. Interventi in materia di ammortizzatori sociali in genere.

6. Fondo di Tesoreria. Maggiorazione sugli importi riferiti ai periodi pregressi.

7. Sgravio contributivo in favore delle imprese che esercitano la pesca costiera e nelle acque interne e lagunari. Riduzione della misura.

8. Sgravio contributivo sulle contrattazioni di secondo livello.

9. Contributo di solidarietà a carico degli iscritti alle gestioni previdenziali confluite nel Fondo pensioni lavoratori dipendenti e del Fondo di previdenza per il personale di volo dipendente da aziende di navigazione aerea.

Allegati:

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154