PMI » Agevolazioni e Controllo PMI » Agevolazioni per le Piccole e Medie Imprese

Contributo per i distributori carburanti autostrade: pubblicato il decreto attuativo

29 Gennaio 2021 in Normativa

Pubblicato in GU n. 22 del 28.01.2021, il Decreto del MInistero dello sviluppo economico del 14 dicembre 2020, che individua le modalità e le procedure di concessione ed erogazione del contributo previsto dall'art. 40 del Decreto Rilancio n. 34/2020, in favore delle PMI titolari del servizio di distribuzione di carburanti nelle autostrade per il periodo di emergenza da Covid-19.

Ricordiamo che il decreto Rilancio aveva disposto, a favore delle microimprese e alle piccole e medie imprese come definite dalla Raccomandazione della Commissione europea n. 2003/361/CE del 6 maggio 2003, aventi sede in Italia, che gestiscono il servizio di distribuzione autostradale di carburanti, che risultavano attive ed in regola con il versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali alla data del 1° marzo 2020, in considerazione del mantenimento del servizio durante il periodo di emergenza sanitaria pur in presenza di calo considerevole della domanda di carburanti, il riconoscimento, nel limite complessivo di 4 milioni di euro per l'anno 2020, di un contributo commisurato ai contributi previdenziali eassistenziali, con esclusione dei premi per l'assicurazione obbligatoria infortunistica, a carico dei datori di lavoro,dovuti sulle retribuzioni da lavoro dipendente corrisposte nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020.

Con il decreto attuativo appena pubblicato vengono definite le modalità e le procedure di erogazione di tale contributo, demandando ad un successivo provvedimento la definizione dei termini e delle modalità di presentazione delle domande di agevolazioni, nonchè lo schema in base al quale dovrà essere presentata la domanda di ammissione alle agevolazioni, unitamente all'ulteriore documentazione utile allo svolgimento dell'attività istruttoria da parte del Ministero.

I soggetti beneficiari dell'agevolazione le PMI in regola con il versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali alla data del 1° marzo 2020 e che, alla data di presentazione della domanda, devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. risultano regolarmente costituite, iscritte e «attive» al registro delle imprese
  2. svolgono un servizio di distribuzione di carburanti, disponendo di un impianto; 
  3. non sono destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell'art. 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 e successive modificazioni e integrazioni; 
  4. si trovano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e che non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatorie.

Sono escluse dal beneficio le gestioni dirette degli impianti autostradali da parte delle societa' petrolifere integrate e le gestioni unitarie di attivita' petrolifere e ristorazione.

L'agevolazione è concessa in forma di contributo in conto esercizio, nei limiti delle risorse disponibili di cui all'art. 3, ai sensi e nei limiti previsti dalla sezione 3.1 del quadro temporaneo ed è commisurato ai contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi per l'assicurazione obbligatoria infortunistica, a carico dei soggetti proponenti, dovuti sulle retribuzioni da lavoro dipendente corrisposte nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020.

Allegati:

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154