Assistenza fiscale 730/2014: le risposte dell’Agenzia agli ultimi quesiti

4 Giugno 2014 in Normativa
A seguito di alcuni quesiti recentemente pervenuti, dai sostituti d’imposta, dai Centri di assistenza fiscale, dai professionisti abilitati e da altri operatori del settore, in merito allo svolgimento dell’assistenza fiscale per la compilazione della Dichiarazione dei redditi 730/2014, l’Agenzia delle Entrate con Risoluzione del 30 maggio 2014 n. 57/E fornisce alcuni chiarimenti in particolare rispetto alle novità introdotte dalle recenti modifiche normative, come l’ampliamento della platea dei contribuenti ammessi all’assistenza fiscale,  il controllo preventivo previsto, a determinate condizioni, per i rimborsi di importo complessivamente superiore a 4.000 euro e la possibilità di utilizzare il credito che emerge dal 730 in compensazione di tutte le somme da versa re con i modelli F24.
 
Argomenti trattati:
  1. Ampliamento della platea dei soggetti ammessi all’utilizzo del modello 730
  2. Controlli preventivi sui rimborsi complessivamente superiori a quattromila euro
  3. Modalità di trattamento dei risultati contabili dei rimborsi superiori a quattromila euro
  4. Rimborsi effettuati direttamente dall’Agenzia delle entrate
  5. Compensazioni con il modello 730/2014
  6. Modalità di certificazione del versamento degli acconti risultanti dai modelli 730 /2013 Situazioni Particolari
  7. Obblighi e modalità di conservazione della documentazione per i CAF e i professionisti abilitati
  8. Chiarimenti sulle modalità di effettuazione dei conguagli da parte dei sostituti d’imposta
Allegati:

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154