PRIMO PIANO

Spesometro 2017: chi sono i soggetti esonerati?

23 Marzo 2017 in Domande e risposte

Lo spesometro è l'obbligo, introdotto dal D.l. 78/2010, di comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti Iva (cessioni/acquisti di beni e le prestazioni di servizi rese/ricevute) utilizzando “Modello di comunicazione polivalente” ed inviarlo entro il 10 aprile/20 aprile 2017 a seconda che si tratti di soggetti mensili o trimestrali.

Al momento l'Agenzia delle Entrate non ha ancora confermato, come avvenuto l'anno scorso, la semplificazione per i commercianti al minuto e soggetti equiparati, pertanto sono esonerati dall'obbligo di presentazione dello spesometro 2017:

  • i forfetari,
  • i contribuenti minimi tuttavia non è possibile usufruire dell’esonero in caso di decadenza del regime in corso  d’anno a seguito del superamento di oltre il 50% del limite di ricavi/compensi (€ 45.000). In tal caso il  contribuente è obbligato alla comunicazione per le operazioni effettuate a decorrere dalla data in cui vengono  meno i requisiti per l’applicazione del regime semplificato. Nelle altre ipotesi di uscita dal regime dei minimi  l’obbligo di comunicazione decorre dall’anno successivo.
  • gli enti non commerciali non soggetti passivi Iva (quindi sprovvisti di partita Iva) e gli stessi enti titolari di partita Iva,  per acquisti o cessioni estranei alla sfera commerciale.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154