Qual’e il trattamento fiscale sui redditi del personale di imprese partecipanti a expo 2015 ?

23 Settembre 2014 in Domande e risposte
Il personale delle Sezioni che non abbia la cittadinanza italiana o la residenza nel territorio italiano gode per il periodo di permanenza in Italia dei seguenti privilegi:
a) esenzione da ogni forma di tassazione diretta sui salari, emolumenti, indennità corrisposti dal Commissariato Generale di Sezione o per conto di esso;
b) esenzione da ogni forma di tassazione diretta sul reddito prodotto al di fuori della Repubblica italiana;]”. Questo quanto previsto dall’Accordo BIE -GOVERNO iTALIANO per il personale degli organismi operativi dei Partecipanti ufficiali all’Expo 2015.
Naturalmente il possesso di altri redditi imponibili in Italia in quanto considerati ivi prodotti (ad esempio, canoni di locazione derivanti da immobili posseduti in Italia, redditi derivanti da pensioni pagate dallo Stato italiano, dividendi e interessi sui titoli corrisposti dallo Stato o da soggetti italiani, compensi derivanti dall’utilizzazione di opere dell’ingegno, di brevetti industriali e di marchi d’impresa, compensi di lavoro non corrisposti dai Commissariati Generali di Sezione) comporta la tassazione di quest’ultimi ai fini delle imposte dirette, secondo le regole generali previste dalla normativa fiscale italiana e dalle eventuali Convenzioni sulle doppie imposizioni.
Questa agevolazione non spetta, invece, ai membri del Personale delle Sezioni che hanno la residenza fiscale in Italia. i cui redditi Ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del TUIR, ovunque prodotti, compresi quelli relativi ad Expo Milano 2015 vanno dichiarati e sottoposti ad imposizione in Italia.
Da ricordare che una persona fisica è considerata fiscalmente residente in Italia ai fini delle imposte sui redditi quando si verifica una sola delle seguenti condizioni :
 
per la maggior parte del periodo d’imposta (più di 183 giorni) è iscritta presso l’anagrafe della popolazione residente
ha nel territorio dello Stato il domicilio
la residenza ai sensi del codice civile.
 
Al riguardo va precisato però che la permanenza in Italia del Personale delle Sezioni dovuta al solo scopo di partecipare ad Expo Milano 2015, anche se si protrae per più di 183 giorni, non comporta l’acquisto della residenza fiscale in Italia.
 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154