FISCO » Dichiarativi » Dichiarazione 730

Qual è il contenuto del foglio informativo del 730 precompilato?

18 Maggio 2015 in Domande e risposte
Il foglio informativo allegato al 730 precompilato contiene l’elenco delle informazioni utilizzate per la dichiarazione 730 precompilata in possesso dell’Agenzia delle entrate al momento dell’elaborazione della dichiarazione 730 precompilata.
Le informazioni sono suddivise in base ai diversi quadri e sezioni del modello 730 e accanto ad ogni dato informativo è indicata la relativa fonte ed è specificato se il dato è stato utilizzato, anche parzialmente, per l’elaborazione della dichiarazione, ovvero se non è stato utilizzato.
In particolare, per l’anno d’imposta 2014 l’Agenzia delle Entrate inserisce nella dichiarazione 730 precompilata i dati delle Certificazioni uniche trasmesse dai sostituti d’imposta entro il 9 marzo (quest’anno, il termine ordinario del 7 marzo cadeva di sabato).
Poi, nella dichiarazione 730 precompilata, sono inseriti i dati dei seguenti oneri detraibili e deducibili che sono stati trasmessi alle Entrate da soggetti terzi (banche, imprese assicuratrici ed enti previdenziali):
  • quote di interessi passivi e relativi oneri accessori per mutui agrari e fondiari in corso;
  • premi di assicurazione sulla vita, causa morte e contro gli infortuni;
  • contributi previdenziali e assistenziali (per il 2014, non anche quelli versati alle forme di previdenza complementare, a meno che tali informazioni non siano state indicate dal sostituto d’imposta nella Certificazione Unica trasmessa).
L’Agenzia delle Entrate, inoltre, inserisce nella dichiarazione 730 precompilata i dati relativi alle spese pluriennali derivanti dalla dichiarazione presentata dal contribuente per l’anno precedente.
 
L’Agenzia delle entrate inserisce nella dichiarazione 730 precompilata anche alcuni dati provenienti dalla dichiarazione dei redditi relativa all’anno d’imposta precedente (modello 730/2014, modello Unico PF 2014 o Unico Mini 2014), quali:
  • le eccedenze d’imposta risultanti dalla dichiarazione presentata per l’anno d’imposta 2013;
  • i residui dei crediti d’imposta indicati nella dichiarazione presentata per l’anno d’imposta 2013;
  • le rate annuali detraibili relative ad oneri sostenuti in anni precedenti, per i quali è prevista la possibilità di rateizzare la detrazione (ad esempio: spese mediche di ammontare superiore a un determinato importo, spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, per interventi di risparmio energetico o per l’arredo degli immobili ristrutturati);
  • l’eventuale maggior credito derivante dalla liquidazione automatizzata, effettuata ai sensi dell’art. 36-bis del D.P.R. n. 600/1973, relativa alla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente;
  • i dati dei terreni e dei fabbricati, integrati tenendo conto delle eventuali variazioni risultanti dalla banca dati catastale e dagli atti del registro intercorse sui diritti reali (ad esempio compravendite e successioni) e sull’utilizzo degli immobili (ad esempio, locazione e comodato);
  • altre informazioni presenti nella banca dati dell’Anagrafe tributaria, quali, ad esempio, i versamenti e le compensazioni effettuate con il modello F24.

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154