PRIMO PIANO

In quale forma va stipulato il contratto di comodato?

3 Giugno 2014 in Domande e risposte
Il contratto di comodato non è soggetto ad alcun vincolo di forma, e può essere stipulato sia in forma orale che scritta .
In questo secondo caso, che può essere preferibile a scanso di contestazioni successive per beni di un certo valore, o per evitare contestazioni da parte del Fisco, si può scegliere:
 
  • la redazione di un contratto su carta bollata o uso bollo da registrare in caso d’uso; con applicazione dell’imposta di registro nella misura fissa di euro 168,00.
  • uno scambio di corrispondenza commerciale su carta intestata da spedire in plico aperto con raccomandata che permette di avere la data certa. 
 

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154