PRIMO PIANO

Diritto Annuale da pagare alla Camera di Commercio: qual’è l’importo da versare?

9 Gennaio 2012 in Domande e risposte


Restano pienamente valide anche per l’anno 2012, le misure del diritto annuale definite a decorrere dal 2011 nel decreto interministeriale 21 aprile 2011, sia con riferimento alle misure fisse, alle fasce e alle aliquote di fatturato, che alle misure transitorie definite lo scorso anno per quei soggetti per i quali le modifiche normative introdotte dal Dlgs 23/2010 hanno comportato un obbligo di pagamento in passato non previsto ovvero variazioni nel sistema di determinazione delle misure stesse (soggetti iscritti solo nel REA (Repertorio economico-amministrativo), obbligati al versamento annuale; le società semplici agricole/non agricole e le società tra avvocati, obbligate al versamento in misura percentuale, anziché in misura fissa; le imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria , obbligate al versamento in misura fissa, anziché percentuale).

IMPORTI DIRITTO ANNUALE 2012 IN MISURA FISSA
Impresa individuale iscritta/annotata nella sezione speciale
 88,00
Impresa individuale iscritta/annotata nella sezione ordinaria
Tali imprese già pagavano la misura prevista per la prima fascia di fatturato, dal 2011 prevista come misura fissa
200,00
IMPORTI DIRITTO ANNUALE 2012 IN MISURA TRANSITORIA
Soggetto iscritto al Rea
 30,00
Società semplice non agricola
Pari alla misura fissa prevista per il primo scaglione di fatturato
200,00
Società semplice agricola
Pari al 50% della misura fissa prevista per il primo scaglione di fatturato
100,00
Società tra avvocati
Pari alla misura fissa prevista per il primo scaglione di fatturato
200,00

Per tutte le altre imprese, diverse da quelle sopra elencate, il diritto annuale è determinato, con riferimento alla sede legale, applicando al fatturato dell’esercizio 2011, le seguenti misure:

Scaglioni di fatturato
Aliquote
Da Euro
A Euro
0
100.000,00
€. 200,00 in misura fissa
100.000,00
250.000,00
0,015%
250.000,00
500.000,00
0,013%
500.000,00
1.000.000,00
0,010%
1.000.000,00
10.000.000,00
0,009%
10.000.000,00
35.000.000,00
0,005%
35.000.000,00
50.000.000,00
0,003%
Oltre 50.000.000,00
 
0,001%
(fino ad un massimo di € 40.000,00)

Le imprese iscritte al Registro Imprese, che esercitano attività economica anche attraverso unità locali devono versare, per ciascuna di esse, alla Camera di Commercio nel cui territorio ha sede l’unità locale, un diritto pari al 20% di quello dovuto per la sede principale, fino ad un massimo di euro 200,00.

Nel caso in cui vi siano unità locali o sedi secondarie che, pur avendo sede nel territorio nazionale, si riferiscono ad una sede principale estera, è necessario versare alla Camera di commercio territorialmente competente, un diritto annuale di euro 110,00 per ciascuna unità locale o sede secondaria.

Riassumendo per le unità locali o sedi secondarie avremo:

Nuova unità locale di impresa già iscritta alla sezione speciale
 18,00
Nuova unità locale di impresa già iscritta alla sezione ordinaria
 40,00
Nuova unità locale di impresa con sede principale all’estero
110,00
Nuova sede secondaria di impresa con sede principale all’estero
110,00
Nuova unità locale di società semplice non agricola o di società tra avvocati
 40,00
Nuova unità locale di società semplice agricola
 20,00

Per le nuove imprese iscritte nel corso del 2012, gli importi sono i seguenti:

  • le nuove imprese individuali iscritte o annotate nella sezione speciale o nella sezione ordinaria del registro delle imprese ed i nuovi soggetti iscritti al Rea nel corso del 2012 sono tenuti al versamento dei diritti fissi sopra indicati tramite modello F24 o direttamente allo sportello camerale, entro 30 giorni dalla presentazione della domanda d’iscrizione o di annotazione;
  • le altre nuove imprese iscritte nel Registro delle imprese nel corso del 2012 sono tenute a versare l’importo relativo alla prima fascia di fatturato pari a 200,00 euro, entro 30 giorni dalla presentazione della domanda d’iscrizione, fatto salvo il minore importo indicato per le società semplici agricole.

 

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154