FISCO » Imposte indirette » Bollo e concessioni governative

Cos’è e a quanto ammonta l’imposta erariale sugli aerei privati?

30 Aprile 2013 in Domande e risposte
Il decreto legge n. 201/2011 ha introdotto l’obbligo del versamento da parte di proprietari e usufruttuari di un’imposta erariale sugli aeromobili privati immatricolati nel Registro aeronautico nazionale e per quelli non immatricolati  in sosta nel territorio italiano da più di 45 giorni continuativi. 
Sono esentati :
  •  gli aeromobili di Stato di società che effettuano servizi di linea e non di linea,
  •  gli aeromobili di proprietà delle scuole di addestramento FTO (Flight Training Organisation) all’Aero Club
  •  gli aeromobili immatricolati a nome dei costruttori e in attesa di vendita;
  •  gli aeromobili esclusivamente destinati all’elisoccorso o all’aviosoccorso;
  •  aeromobili storici, amatoriali e sportivi (legge 106/1985).
L’imposta  è dovuta nella seguenti misure annuali:
 
Aeroplani
con peso massimo al decollo
fino a 1.000 kg            euro 0,75 al kg
fino a 2.000 kg            euro 1,25 al kg
fino a 4.000 kg            euro 4,00 al kg
fino a 6.000 kg            euro 5,00 al kg
fino a 8.000 kg            euro 6,65 al kg
fino a 10.000 kg          euro 7,10 al kg
oltre a 10.000 kg         euro 7,60 al kg
 
Elicotteri
l’imposta  è pari a quella stabilita per gli aeroplani di corrispondente peso, maggiorata del 50%
 
Alianti, motoalianti e aerostati :         euro 450
 
 
 
 
 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154