PRIMO PIANO

Come si registra il contratto di comodato d’uso di un immobile fra privati ?

3 Giugno 2014 in Domande e risposte
La registrazione di un contratto tra privati per il comodato d’uso di un immobile può essere effettuata presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate . Al momento della richiesta di registrazione dell’atto l’ufficio restituisce una copia dell’atto timbrata e firmata .  La procedura da seguire è la seguente:
 
1. Predisporre tre copie, con firma in originale, dell’atto da registrare, una per il comodante una per il comodatario e una per l’Ufficio.
2. Compilare il Modello 69, di richiesta di registrazione anche direttamente presso gli uffici dell’Agenzia.
3. Procurarsi tre marche da bollo, ciascuna da € 16,00 da applicare sulle copie degli atti da registrare con la stessa data del contratto di comodato (le marche da bollo non devono portare una data successiva a quella del contratto)
4. Effettuare il versamento, tramite modello F23, dell’imposta di registro, pari ad € 200,00 (dal 1° gennaio 2014) indicando il codice tributo 109T.
5. Consegnare in Agenzia delle Entrate le copie degli atti da registrare, le fotocopie delle carte d’identità del comodante e del comodatario, le marche da bollo, il Modello 69 compilato e la copia del modello F23 attestante il versamento dell’imposta di registro.

Studio Mattavelli: Partner di impresa - Dottore Commercialista e Revisore Contabile - Partita IVA: 11883450154